Ti Trovi In:Home » Lettera L » Libertino
Libertino

Scritto da:

Partendo dal piano meramente lessicale il termine libertino secondo i più comuni vocabolari designa tutto ciò che è improntato a sregolatezza di costumi e può essere usato, in senso estensivo, anche come sinonimo di osceno, vizioso.
Passando al piano storico l’aggettivo libertino rimanda a varie sette sviluppatesi in Francia e in Germania ed anche in Italia sulla base di una Profezia di Gioacchino da Fiore sul prossimo avvento in terra dello Spirito Santo latore di una sorta d’Età dell’Oro. Queste sette violentemente ribelli contro le gerarchie ecclesiastiche vivendo secondo Natura (che sarebbe l’espressione della perfezione divina) praticavano e predicavano la libertà di procreare, la libertà di costumi sessuali ed anche morali. Spesso si abbandonavano anche a violente scorribande e razzie.
Di questa setta eretica, detta dolciniana dal suo fondatore Fra Dolcino da Novara – catturato nel biellese, dove agiva, e mandato al rogo dall’Inquisizione nell’estate del 1307 – ne parla anche Umberto Eco nel Nome della Rosa.
Sul piano invece filosofico, concettuale, il libertino si caratterizza per una concezione meccanicista della vita dell’essere. Egli concepisce cioè che esiste in natura come un meccanismo, un ingranaggio che si autogenera e si autoregola, cioè non è creato né regolato da un’entità superiore e che (rispondendo a leggi fisiche universali) tende spontaneamente allo stato d’equilibrio, benessere e piacere.
Spirito progressista, il Libertino si caratterizza per un approccio alla vita positivo e pragmatico ovvero libero da preconcetti e dal giogo di qualsiasi legge morale: cioè per un libertino il concetto di positivo e negativo (di bene e male) non designa tanto ciò che giusto o sbagliato sul piano morale, ma piuttosto ciò che è errato sul piano oggettivamente pragmatico.
Quindi Bene è l’attitudine, una cosa esatta che funziona.
Male è l’inettitudine, una cosa errata che non funziona.
Sul piano infine della storia della cultura, delle idee e della letteratura, il termine libertino rimanda ai personaggi salienti dell’illuminismo europeo quali scrittori, intellettuali e personaggi di famose opere letterarie dell’epoca (per la maggior parte romanzi, narrazioni di avventure licenziose, scritture memorialistiche ovvero memorie autobiografiche come quella di Casanova).
Il primo dei tanti personaggi storici a cui si addice la definizione di libertino fu il licenzioso avventuriero inglese John Wilmot, conte di Rochester (1647-1680), tanto è vero che il film sulla sua vita (interpretato da Johnny Depp nel 2006) s’intitola proprio “The Libertine”.
Dunque si può ben dire che il conte di Rochester – almeno in area anglosassone – è il libertino per antonomasia; egli infatti, se non fu il massimo, fu il primo rappresentante del libertinismo aristocratico inglese. Nobile e letterato, il Rochester si dedicò alle tre salienti occupazioni per un nobile inglese del suo tempo, ovvero: la scrittura di versi, lo svuotamento di bottiglie ed il riempimento di fanciulle. Morì a soli 33 anni di sifilide e per abuso di alcolici (e dunque di eccessi) ma prima aveva già fatto in tempo a finire rinchiuso nella Torre di Londra per aver offeso nelle sue satire Carlo II, re d’Inghilterra.
Questo dato biografico è tutt’altro che accidentale: al contrario indica la predisposizione del libertino all’attitudine a ribellarsi ed a pagarne il fio. Questo è un sigillo assolutamente fondamentale, distintivo, costitutivo dell’ autentico spirito libertino; un tratto di aristocratica, impavida fierezza distingue infatti lo spirito aristocratico del vero libertino dalla ben più miserabile tempra di quel che ordinariamente viene chiamato “puttaniere”.
Sembra opportuno metterlo bene in chiaro perché è caratteristica di questi ultimi anni ed in particolare del web (blog, social network, chat, comunità telematiche della scena BDSM) la comparsa di semplici borghesi intenti ad accreditarsi come Maitre à penser, come spiriti anticonvenzionali, come anime nere, come esuli della notte o – per l’appunto – come libertini.
La necessità di chiarezza su questo punto è fondamentale al fine di non considerare libertini persone che non hanno le caratteristiche peculiari di questa figura. A puro titolo di esempio viene qui preso l’esempio tratto da un forum BDSM italiano dove un utente che si era sempre definito come libertino raccontava di aver fatto piangere molte donne.
Va tenuto conto che mai Giacomo Casanova avrebbe menato un simile vanto: primo per la disgustosa piccineria della cosa in sé e poi anche perché l’orgoglio dell’autentico libertino è semmai quello di riuscire a far felici tutte le donne non di farle piangere. Il libertino con suo tipico approccio positivo e ottimista vive nell’illusione di rendere felici tutte le donne nessuna esclusa (belle, brutte, vecchie, giovani, grasse, magre). Si prenda il celeberrimo catalogo del Don Giovanni di Mozart: “le donne sono cento in Francia, in Turchia novantuna ed in Ispagna son già mille e tre!”. Ebbene, il particolare talento di Don Giovanni, il vanto di Casanova è quello di riuscire ad amarle, a farle felici tutte, nessuna esclusa.
Il fine del libertino è lo stato di benessere, di piacere proprio e altrui: un libertino che si vantasse di aver fatto piangere una donna equivarrebbe a un centrattacco che si vantasse di aver realizzato un autogol.
Dunque il libertino non ha mai un cuore piccolo, meschino. Anzi ha in genere un animo grande, magari un poco spavaldo, guascone, impulsivo ma sempre comunque aperto generoso, fiero, nobile. Una caratteristica che rende capace don Giovanni di beffarsi di un fantasma nel cimitero invitandolo a cena ed anche di rifiutarsi al tardivo pentimento. Quando il diabolico fantasma si presenta a sorpresa a cena per ricambiare l’invito e gli tende la mano per portarselo all’inferno, Don Giovanni non esita a stringere quella mano, affronta a viso aperto le proprie responsabilità evitando anche l’ipocrisia di pentirsi in extremis. Don Giovanni muore stringendo la mano della morte stessa, egli non si rimangia tutto, non sconfessa i suoi principi, non si pente, non passa a miglior vita, muore sfidando la morte. E’ proprio questo fiero nobile, incosciente coraggio che fa il Libertino e non il numero di donne sedotte.
Gli avventurieri settecenteschi non sono solo uomini. Tra i più famosi protagonisti di avventure erotiche vi sono anche donne come l’inglese Moll Flanders – parto della fantasia di Jonathan Swift – che si può ritenere la più celebre dell’interminabile lista (impossibile in questa sede darne una sia pur parziale elencazione) delle avventuriere senza scrupoli e delle “arcitruffatrici“ della tradizione europea, tutte campionesse – esattamente come i loro colleghi maschi – nell’arte di sedurre per sopravvivere col minor dolore possibile ed i maggiori piaceri.
Ma le donne son spesso ancor di più dei maschi particolarmente abili a volgere a loro favore una condizione iniziale quanto mai precaria. Ad esempio Moll Flanders in Inghilterra sfugge al capestro grazie alla sua gravidanza e approda nelle colonie dell’America dove venivano spediti i galeotti inglesi per evitare le spese di mantenimento nelle pubbliche galere. Fra incredibili peripezie, risale la china sociale e solo da vecchia fa ritorno in patria per scrivere le sue rocambolesche memorie.
Nelle colonie penali dell’America ci finisce anche Manon Lescaut, la celeberrima eroina di un altro romanzo libertino: “Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut” scritto dall’abate Antoine François Prévost. Manon, protagonista anche del famoso melodramma pucciniano, è la prima delle eroine libertine a puntare più sul sentimento, sulla commozione, che sulla seduzione (il che è elemento pre-romantico che già guarda al secolo successivo, all’Ottocento) per affascinare gli uomini… e il pubblico.
Non così Justine – uscita dalle fantasie dell’intellettuale forse più celebre e rappresentativo del secolo dei Libertini ovvero Donatien-Alphonse-François, conte de Sade – una avventuriera che considera ogni scrupolo morale, ogni sentimentalismo una debolezza assolutamente deleteria per sopravvivere in una società di lupi. Ella appare dunque come l’antesignana della Lucia manzoniana del secolo successivo.
Le difficoltà volte in breve e con allegra incoscienza in elementi di forza è dunque uno dei tratti salienti che vediamo in molti libertini dei secoli scorsi. Facciamo ancora qualche esempio.
Quando Lorenzo da Ponte, il librettista del Don Giovanni che è in auge come poeta alla corte di Vienna, onorato in tutta Europa, cade in disgrazia, non esiterà ad emigrare in America e lì a rimboccarsi le maniche e a gettarsi nelle più disparate imprese, a fare l’impresario teatrale, l’editore, il giornalista e un po’ tutti i mestieri non escluso il droghiere. Da massimo letterato, incoronato, onorato nelle maggiori corti europee a garzone dietro il banco di una drogheria il passo non è esattamente breve- C’è di che abbattersi, di che deprimersi, ma non lo spirito libertino! Da Ponte passerà momenti difficili, Casanova, peggio. Finirà persino in galera nel carcere duro di massima sicurezza, i terribili Piombi di Venezia da dove è impossibile evadere, ma non per uno spirito libertino atto a fare le cose, atto a riuscire, atto a vivere. Giacomo che si proclamava avventuriero, scrittore, poeta, alchimista, matematico, filosofo ed agente segreto, diplomatico e cittadino della Repubblica di Venezia, si farà sconfiggere? I piombi non diventeranno per Casanova le mie prigioni come lo Spielberg per Silvio Pellico. Prima di morire Giacomo potrà scrivere, raccontare la sua rocambolesca avventura “Historia della mia fuga dai piombi” scritta a Dux, in Boemia, l’anno 1787.
Ormai Giacomo era verso la fine della sua vita lontano dalla sua laguna, erano passati più di 30 anni ma ancora era viva nella memoria dell’avventuriero, ancora era vivo nel suo cuore il desiderio di raccontarci quell’episodio, quel prodigioso esempio di attitudine alla libertà, alla vita. Perché Casanova o da Ponte o tante altri avventurieri, illustri uomini d’armi, di penna, artisti, libertini settecenteschi, spiriti liberi ci scrivono la loro vita? In luogo di scrivere un trattato delle regole per insegnarci “a fare” preferiscono raccontarci in modo diretto come e cosa hanno fatto loro nella loro vita. Quindi si tratta sempre di una testimonianza, di una memoria di una vita, di un mestiere, di un’arte di una passione umana, di un sentimento, di una speranza talvolta anche di una debolezza, di una difficoltà o di un dubbio, di un’idea, ma comunque di un qualcosa che sa oltrepassare il personalismo individuale.
Questa è la differenza rispetto alla testimonianza di esibizionisti incontinenti di questi ultimi anni che, all’ombra di uno strumento sbalorditivamente suggestivo e potente come internet e che invita e favorisce ogni trasgressione, tentano di nobilitare il loro anonimato con qualifiche di “libertino”.
Altro è il libertino, così come abbiamo tentato di evidenziare.

24 Responses to Libertino

  1. Alessandra says:

    povero dolce conte de sade, morto in carcere, vittima della persecuzione bigotta cattolica.

  2. asvaw4yskkl says:

    [url=http://buybaclofen.org/]Buy Baclofen[/url] [url=http://buynexium.info/]our site[/url]

  3. Eugeneswiny says:

    [url=http://cialisgeneric.us.com/]cialis online[/url] [url=http://buykamagra.us.com/]kamagra[/url] [url=http://neurontin365.us.com/]neurontin pills[/url] [url=http://buyacyclovir.us.com/]link[/url]

  4. BennyAlets says:

    wh0cd579168 [url=http://avana.fashion/]avana[/url] [url=http://allopurinol100mg.click/]order allopurinol[/url] [url=http://hydrochlorothiazideonline.review/]hydrochlorothiazide medication[/url] [url=http://sildalis.christmas/]sildalis[/url] [url=http://amoxicillin-875-mg.gdn/]buy amoxicillin 875 mg[/url] [url=http://amitriptyline-online.us/]cheap amitriptyline[/url] [url=http://atenolol.christmas/]tenormin 50[/url] [url=http://buy-advair.click/]buy advair[/url] [url=http://colchicine-online.gdn/]buy colchicine online[/url]

  5. AaronCig says:

    wh0cd984128 [url=http://zoloft50mg.review/]zoloft 50 mg[/url] [url=http://buyprednisone.tech/]prednisone[/url] [url=http://inderalonline.review/]inderal online[/url] [url=http://cialisgeneric.pro/]cialis generic[/url] [url=http://albuterol365.top/]albuterol[/url]

  6. CharlesRom says:

    wh0cd40320 [url=http://generic-seroquel.in.net/]generic seroquel[/url] [url=http://glyburidemetformin.link/]metformin 500mg tablets[/url] [url=http://buy-cialis.tech/]cialis eli lilly[/url] [url=http://cafergot-online.in.net/]cafergot online[/url] [url=http://citalopramonline.pro/]citalopram price[/url] [url=http://buy-bupropion.website/]bupropion sr 150 mg tablet[/url] [url=http://cialiscost.pro/]20mg cialis[/url] [url=http://cytotec75.top/]cytotec[/url] [url=http://voltarencream.review/]diclofenac[/url]

  7. CharlesRom says:

    wh0cd959328 [url=http://neurontin2016.us.com/]neurontin visa[/url] [url=http://lasix365.us.com/]order lasic no prescription[/url] [url=http://norvasc.us.com/]norvasc[/url] [url=http://cephalexin.us.com/]Cephalexin[/url] [url=http://furosemide365.us.com/]Buying Furosemide[/url] [url=http://buyatenolol.us.com/]Buy Atenolol[/url]

  8. CharlesRom says:

    wh0cd813040 [url=http://clonidine365.us.com/]clonidine[/url] [url=http://plavix.us.com/]Plavix Without Rx[/url] [url=http://cephalexin365.us.com/]keflex[/url] [url=http://buysildalis.us.com/]sildalis[/url]

  9. AlfredNashy says:

    wh0cd367584 [url=http://cymbaltamedication.link/]cymbalta[/url] [url=http://buy-amoxicillin.gdn/]amoxicillin[/url] [url=http://atenolol-3.us/]buy atenolol[/url] [url=http://cialis-for-sale.cricket/]cialis[/url] [url=http://buyzoloft.us.com/]buy zoloft[/url] [url=http://augmentin875.us.com/]augmentin 875 mg[/url]

  10. CharlesRom says:

    wh0cd813040 [url=http://medrolonline.us/]medrol[/url] [url=http://buycymbalta.site/]30mg cymbalta[/url] [url=http://buy-adalat.pro/]buy adalat[/url] [url=http://buy-valtrex.pro/]buy valtrex[/url] [url=http://buy-cafergot.site/]cafergot tablets[/url] [url=http://buy-cipro.gdn/]buy cipro[/url] [url=http://serpinaonline.date/]serpina[/url]

  11. TracyFus says:

    wh0cd146112

  12. KennethCaria says:

    wh0cd348592 [url=http://doxycycline100mg.us.com/]doxycycline 100 mg[/url] [url=http://propranolol365.us.com/]propranolol[/url] [url=http://azithromycin2016.us.com/]azithromycin for sale[/url] [url=http://wheretobuyviagra.us.com/]buy viagra[/url] [url=http://zyloprim.us.com/]zyloprim online[/url]

  13. Eugeneswiny says:

    wh0cd551072 [url=http://amoxicillin-500.us/]amoxicillin no prescription[/url] [url=http://motrinpm.us/]motrin[/url] [url=http://buybentyl.cricket/]buy bentyl[/url] [url=http://wellbutrin2012.top/]wellbutrin[/url]

  14. Michaeledime says:

    wh0cd12224 [url=http://atarax247.us.com/]atarax[/url] [url=http://cephalexin.us.com/]Buy Cephalexin[/url] [url=http://triamterenehctz.us.com/]buy triamterene hctz[/url] [url=http://tretinoin2016.us.com/]generic tretinoin[/url] [url=http://buyretina.us.com/]found it for you[/url] [url=http://celexa2016.us.com/]celexa pills[/url]

  15. AlfredNashy says:

    wh0cd12224 [url=http://cialis2017.us.com/]Generic Cialis[/url] [url=http://cephalexin.us.org/]cephalexin[/url] [url=http://propranolol.biz/]propranolol[/url] [url=http://buylexapro.us.com/]10 mg lexapro[/url] [url=http://cytotec365.us.com/]source[/url] [url=http://motilium.us.com/]motilium[/url] [url=http://tetracycline.us.com/]Tetracycline Canada[/url] [url=http://norvasc.us.com/]norvasc online[/url] [url=http://buycrestor.us.com/]buy crestor[/url]

  16. AaronCig says:

    wh0cd660160 [url=http://celexa.us.com/]visit website[/url] [url=http://nolvadex3.us/]nolvadex purchase[/url] [url=http://rocaltrol.us.com/]rocaltrol over the counter[/url] [url=http://eurax365.us.com/]eurax online[/url] [url=http://buyerythromycin.us.com/]buy erythromycin[/url]

  17. TracyFus says:

    wh0cd392384 [url=http://cialis2017.us.com/]Cialis pills[/url]

  18. KennethCaria says:

    wh0cd918832 [url=http://atarax247.us.com/]ATARAX ONLINE[/url] [url=http://diclofenacsodium.us.com/]diclofenac topical[/url] [url=http://orderviagra.us.com/]more about the author[/url] [url=http://motilium365.us.com/]Motilium[/url] [url=http://buysynthroid.us.com/]synthroid[/url] [url=http://sexkuren.com/viagra.html]viagra på nätet[/url]

  19. CharlesRom says:

    wh0cd286592 [url=http://suhagra.us.com/]suhagra[/url]

  20. TracyFus says:

    wh0cd186608 [url=http://cipro500mg.club/]cipro tablets[/url] [url=http://buywellbutrin6.top/]wellbutrin[/url] [url=http://buycytotec75.us/]buy cytotec[/url] [url=http://triamterenehctz37525mgcapsule.in.net/]triamterene-hctz 37.5-25 mg capsule[/url] [url=http://phenergandm.review/]phenergan[/url] [url=http://buyneurontin7.us/]neurontin cream[/url]

  21. TracyFus says:

    wh0cd551072 [url=http://tadalafil365.us.com/]Tadalafil[/url] [url=http://zyloprim.us.com/]zyloprim[/url]

  22. Eugeneswiny says:

    wh0cd242800 [url=http://buy-advair.com/]advair generic[/url]

  23. Michaeledime says:

    wh0cd635360 [url=http://clomid-5.top/]clomid[/url] [url=http://fluoxetinehcl.in.net/]fluoxetine hcl[/url] [url=http://abilify.christmas/]abilify[/url] [url=http://buybuspar20.us/]buspar[/url] [url=http://amoxicillin2017.top/]amoxicillin[/url] [url=http://buycialis5.us/]buy cialis[/url]

  24. Eugeneswiny says:

    wh0cd379984 [url=http://bentyl40mg.us.com/]buy bentyl[/url]