Gabbia.com
La comunità BDSM

+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7

Sconosciuti

Questa discussione si intitola Sconosciuti nella sezione Gabbia, appartenente alla categoria Gabbia; Quando conoscete una persona nuova, un* sconosciut*, mai stato a eventi, cene, munch ecc.ecc. che conosce pochissime persone del giro, ...

  1. #1
    Member
    Registrato dal
    Dec 2011
    residenza
    Piemonte
    Messaggi
    131

    Sconosciuti

    Quando conoscete una persona nuova, un* sconosciut*, mai stato a eventi, cene, munch ecc.ecc. che conosce pochissime persone del giro, come fate? Come fate a capire se è più o meno in grado di fare quello che dice di saper fare?
    La mia è una domanda puramente sulla tecnica, se la persona mi dice che ama fare questo e quello e quell'altro, come faccio a capire se mi racconta stupidaggini e l'ha visto solo fare in foto, letto nei forum, oppure se e' un esperto?
    Grazie, buona giornata

  2. #2
    Member
    Registrato dal
    Apr 2013
    residenza
    Milano
    Messaggi
    238
    Mammamia Athena, che domandona da postare in un forum dove il virtuale impazza e i sogni sono spacciati per realtà come se fosse acqua fresca.

    Un mio consiglio personale sarebbe (e qui si levano gli scudi, almeno di quelli che ancora frequentano il forum) NON contattare persone che non si conoscono in giro, che non frequentano munch, aperelli, feste, workshop e via cantando eventi in genere.
    Ma questo significa semplicemente buttare via il bambino con l'acqua sporca, ovvero, per paura d'incontrare un disperato (o una disperata) si taglia in orizzontale la testa di chi, magari, senza essere un performer di razza sa fare del buon s/m e l'ha imparato in altro modo, magari frequentando un circuito più ristretto, privato e meno visibile.

    Non esistono ricette per tutte le occasioni. Il fatto e' che, se vuoi fare un esamino discreto e approfondito, dovresti essere a tua volta un'esperta della pratica perché alcune sfumature (e non di grigio) non si possono leggere in internet, sono cose a pelle che chi fa sa e chi non fa ma si "erudisce" salta alla grande, come se neanche ci fossero e poi, messo (messa) alle strette si giustifica con il solito "si, certo, era sottinteso che si faceva cosi" o con un più drastico "tu non sei una vera schiava, io sono il Master (Mistress) e so io cosa fare".

    Fatto e' che molte sub, pur di lungo corso, non hanno neanche l'idea (purtroppo) di come si gestisca una sessione s/m e solo le bottom-bunny-modelle di bondage si sono organizzate con manuali, seminari, workshop e incontri informativi mentre, quando si parla, ad esempio, di fruste, electroplay o un banale fisting (o peggio, una sessione con la cera) non ho notizia di altrettanto attivismo.
    Poi, non parliamo degli schiavi maschi, toccare un tema come questo con loro mi ha causato le più paradossali liti. Almeno in ambiente etero, in ambiente gay le cose vanno un pelino meglio ma li e' ancora viva la strizza per l'AIDS e ci vanno perfino fin troppo cauti, a volte.

    Quindi nessuna ricetta se non informarti a tua volta sulla pratica da chi ne sa davvero molto, chiedere, chiedere e chiedere, senza vergogna. I dominanti più esperti sono facilmente reperibili in FB, in FL e perfino (alcuni) su Gabbia. Di loro si sa vita, morte, miracoli ed errori e sono sempre un punto di riferimento se avete dubbi. Più ne sapete più e' difficile raccontarla soave, più vi siete informate sull'argomento più e' facile che incocchiate nell'arco la freccia giusta, la domanda tombale che seppellisce una volta per tutta i (le) presunti/e "esperti/e" da tastiera.

    Come al solito non e' una risposta semplice semplice e non c'e' (IMHO) una regolino da manuale da seguire. Si tratta di stare "sulla palla" (e sulle palle, in senso buono) a più persone esperte possibile e acquisire dall'altrui esperienza le basi che poi portano ad "annusare" già dal primo scambio di mail se trattasi di persona con capacita' sufficienti a garantire una sessione sicura e soddisfacente o, più banalmente, del solito (la solita) imbucato/a nel s/m.

    A volte partecipare ad eventi, munch o feste non e' obbligatoriamente un modo per cuccare o giocare in pubblico, e' un'occasione per incontrare (e guardare dal vivo) persone che fanno cose (davvero) e che (davvero) fanno quello che dicono di saper fare. Avere referenti (tanti, più possibile) nel mondo reale significa aumentare la propria sensibilità e capacita' di giudizio, sapere perché si e' visto fare e si e' chiesto a chi faceva, esserci con la testa e non solo con il ventre.

    Un lavoro impegnativo, a volte, ma oltre ai variegati e vari contatti umani che ne possono nascere (non sempre per forza di gioco) e' un lavoro nel quale ogni minuto impiegato e' un minuto guadagnato, ogni minuto speso in questo e' un minuto in meno speso a dar retta (e farsi coinvolgere) ad improvvisati giocolieri della parola.

    IMHO, ovviamente.

  3. #3
    Member
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    milano
    Messaggi
    1,499
    io conosco oggi pochissime persone nuove. non le conosco ad aperitivi, feste, cene ed eventi perchè non ci vado più. non cerco nemmeno più altre storie e di esperienze in trentacinque anni di onorata carriera ne ho fatte abbastanza.
    ogni tanto però qualcuno che ha letto qualche cosa scritta da me mi contatta, mi chiede un parere. molto raramente, si arriva a bere qualcosa insieme.
    allora talvolta mi capita di farmi le tue domande, alle quali peraltro non ho da dare granchè risposte: se uno/una (di solito una) si prende la briga di conoscermi, pur sapendo che potrei essere in genere suo padre se non il nonno e restando in ogni caso nell'ambito del parlato non vissuto, quasi sempre ho notato un interesse sincero, o almeno una curiosità legittima. se non sono di nessun giro, sono persone spesso timide ma non necessariamente chiuse, e prospettano senza pudori dubbi, perplessità e paure che quelli scafati spesso non esternano.
    nella pratica, poi, non saprei se davvero andrebbero fino in fondo, ma intanto hanno seminato qualcosa e se son rose fioriranno. non ho più l'ansia di essere io quello che miete e raccoglie.
    oggi il BDSM è argomento più comune di un tempo, di solito se si affronta il discorso gentilmente ed empaticamente non ci sono poi quei grandi muri da scalare. per il resto, come in ogni cosa, ci si deve fidare dell'istinto, anche se non è infallibile neanche quello: però, credo, chi già si pone delle domande e cerca qualcuno con cui approfondirle, è persona almeno teoricamente accettabile.
    nel prosieguo della storia c'è sempre tempo di appurarlo.
    alioscure perchè volo nella notte dell'anima umana. alioscure perchè amo la luce che si cela dietro l'oscurità. alioscure come l'aquila della notte che è il mio totem. in cerca di sorelle oscure e oscuri fratelli.

  4. #4
    Member
    Registrato dal
    Apr 2013
    residenza
    Milano
    Messaggi
    238
    Si, in effetti scrivere decentemente (ma neanche tanto) quintalate di post pesanti come mattoni di uranio in tre o quattro siti diversi facendo copia-incolla e' una strategia che, alla lunga, può rivelarsi vincente, soprattutto per sovraesposizione e dove ci sia una nutrita schiera di affezionati leccaculo a supportarti.
    In questo modo si riesce a dare ad intendere di essere, che so, un sensibile scrittore, un praticante di lungo corso (30 anni di cui 20 passati a pagare prodomme poco più che dedite a farsi leccare i piedi valgono 30 o valgono zero?), un dotatissimo master o uno schiavo devotissimo.
    Il regno di internet, in effetti, permette di costruire piccoli e inespugnabili feudi di menzogne ed e' per questo che mi sento, a volte, di consigliare alle giovani leve (soprattutto se donne e soprattutto se sub) di gettare via il bambino con l'acqua sporca.
    Qualsiasi sia il motivo ufficiale per il quale "non si frequenta" (più) la community reale il vero e matematicamente certo e' che c'è qualcosa da nascondere o ci si e' fatti tanti nemici da rischiare un defenestramento immediato appena ci si fa vedere in giro.
    Salvo alcuni casi eclatanti e puntualmente verificabili tutti gli altri presuppongono scheletrini più o meno voluminosi negli armadi, comportamenti scorretti, incapacità o volontà e interesse ad agire nell'ombra.
    Il prezzo da pagare grazie a questi signori (e relative "signore") e' da una parte la necessità di "farsi vedere" per non creare dubbi di sorta e, d'altra parte, la necessità, almeno all'inizio della propria esperienza nel mondo s/m, di evitare situazioni a rischio con persone che potrebbero essere in qualche modo pericolose, per un verso o per l'altro.

    Ottimo topic Athena, con sviluppi inattesi e interessanti :-)

  5. #5
    Member
    Registrato dal
    Dec 2011
    residenza
    Piemonte
    Messaggi
    131
    Anch’io come Alioscure conosco oggi pochissime persone nuove, non le conosco ad aperitivi, feste, cene ed eventi perchè vivo di rendita ;-) nel senso che non cerco più di conoscere gente nuova, sono diventata piuttosto pigra, ma sono presente sui vari social e mi scrivono in molti, la maggior parte curiosi di provare, di cambiare ruolo abituale, mi propongono giochi a tre, desiderosi di esplorare la parte sub. Chatto con diversi giovani conosciuti qualche anno fa ai vari Munch o workshop, ragazzi che praticano, spesso mi contattano, mi chiedono un parere, mi chiede di giocare, mi raccontano le loro fantasie e mi invitano a bere qualcosa insieme.
    Il pensiero della loro e la mia inesperienza come Dom. mi blocca, forse perchè non ho più voglia di mettermi in gioco e
    di esplorare.

  6. #6
    Member
    Registrato dal
    Dec 2011
    residenza
    Piemonte
    Messaggi
    131
    Ho frequentato anche persone fuori del giro e devo dire che sono state tutte esperienze Dom. abbastanza positive. Prima di incontrare leggo, mi informo, chatto. Le persone che hanno esperienza invece, desiderano passare subito al sodo, giustamente non vogliono perdere tempo.

    P.s. Continuo a non poter postare faccine, emoticon ecc.ecc.

  7. #7
    Member
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    Milano
    Messaggi
    76
    Quote Originariamente inviata da Blue_Deep Visualizza il messaggio
    Si, in effetti scrivere decentemente (ma neanche tanto) quintalate di post pesanti come mattoni di uranio in tre o quattro siti diversi facendo copia-incolla e' una strategia che, alla lunga, può rivelarsi vincente, soprattutto per sovraesposizione e dove ci sia una nutrita schiera di affezionati leccaculo a supportarti.
    )

    STANDING OVATION per Blue Deep!!!!
    Egonmaster

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi