Bondage a Milano – cKC, Nautilus Club e Gabbia

Il cKC di Milano e il Nautilus presentano la stagione di bondage autunno – inverno 2016. Qui troverete tutte le date dei seminari, feste e workshop organizzati. Kinbaku/shibari, semenawa e hashira shibari, tecniche e filosofia del bondage occidentale e giapponese, momenti di divertimento e incontro tra gli appassionati delle corde.

Se googlate “gabbia + bdsm” in prima posizione trovate “Gabbia inserzioni sadomaso annunci bdsm padrone schiavi schiave …” il che, in parte, è anche vero ma non rende giustizia a più di diciassette anni di attività del sito, storicamente il più longevo del panorama sadomaso italiano e di gran lunga il più gettonato negli “anni d’oro” durante i quali facebook doveva ancora arrivare e fetlife non era neanche nelle intenzioni dei suoi creatori.

Ma non è nel 1999 che nasce un amore vero e incontrastabile tra Gabbia e il bondage, bisogna aspettare la nuova gestione di Fulvio Brumatti (2004 circa) il quale, ricco dell’esperienza di Direttore Editoriale di riviste specializzate come Club e SMStories,  vuole, pensa e pretende una sezione del forum (allora non si dialogava bacheca-a-bacheca ma si stava in “forum”) tutta dedicata al bondage.

Non è un caso se i più noti legatori della prima e seconda generazione (i cui nomi potete trovare ancora in giro e che ancora operano sulla scena) si sono tutti ritrovati su Gabbia, su Gabbia hanno dialogato e su Gabbia hanno pubblicato i loro primi articoli, hanno risposto alle domande dei neofiti, si sono fatti conoscere da un pubblico che, ai tempi, vantava più di 250 – 300 utenti collegati nello stesso momento nel forum, chi a dialogare, chi a litigare, chi – semplicemente – a leggere e imparare.

La tradizione di Gabbia e del suo matrimonio con le corde continua anche perché proprio da Gabbia e dai suoi utenti era nato il primo Bondage Group di Milano (2008 – 2009 circa) e da Gabbia e dai suoi utenti è nato un gruppo di corde (2011 – 2012 circa) ancora operante e ben vivo nel panorama italiano.

Come dire: le cose capitano e, inevitabilmente, hanno conseguenze.

Ad esempio è capitato che in una serata di maggio del 2012 tre persone, tutti “gabbiani DOC”, si siano incontrate in piazzale Loreto (Milano – Italy) e un po’ per gioco, un po’ per passione, abbiano iniziato un percorso che ha come attuale conseguenza il cKC, club Kitan Club, un gruppo di appassionati di corde che si muove e organizza attività di bondage in Lombardia ma non solo, in Veneto ma non solo, in Piemonte e Liguria ma non solo.

Fin dall’inizio, e secondo la filosofia del defunto Bondage Group di Milano, il cKC doveva essere un gruppo guru-free, esente da protagonisti centrali, pontefici massimi, superesperti sensei.

Non che si volesse un basso profilo, anzi, si sognava per tutti, e secondo le possibilità di ciascuno, il più alto profilo umano possibile. Umano e non tecnico, umano e non stilistico, umano e non artistico.

La scelta di perseguire questa dimensione umana è stata etica e non strategica. In poche parole l’abbiamo pagata impiegando energie e sforzi nel lavoro costante di autocontrollo, limando quotidianamente gli spigoli un po’ narcisistici e un po’ istrionici che ogni buon praticante di bondage possiede, armi perfette per la scena e per far girare corde ma lame taglienti e pericolose quando si tratta di organizzare cose, unire persone, creare e fornire spazi d’incontro.

Lavoro duro ma ci siamo riusciti. Siamo riusciti a rimanere noi stessi senza per questo rimanere indietro, anzi, correndo (forse) anche un po’ troppo avanti.

E questo esercizio di costante, invisibile ma produttiva umiltà ci è stato riconosciuto prima di tutto da chi si è avvicinato al bondage attraverso il cKC (e Gabbia) trovando un ambiente accogliente e sereno, divertente e stimolante.

Ma non solo.

Ci e’ stato riconosciuti anche dagli amici che, nella scena, operano a loro volta come divulgatori, insegnanti, performer d’alto livello ed esploratori del mondo delle corde.

Ma un riconoscimento a “parole” vale poco, sono i fatti che contano.

E i fatti sono chiari tanto che dalla metà di ottobre alla fine di gennaio alcuni di loro saranno (leggerete qualche riga sotto chi e in quale occasione) con noi come insegnanti, divulgatori, maestri e riferimenti.

Inizieremo martedì 12/10 durante il Bondage Party organizzato da Nautilus Club e cKC, in questa occasione sarà Davide “MaestroBD” La Greca a presentarvi e presentarci il suo nuovo manuale di bondage. La recensione del manuale la trovate qui : Bondage – Manuale pratico per iniziare | Davide MaestroBD La Greca.

A fine ottobre (domenica 23/10) il workshop di apertura del cKC assumerà una forma più “intensiva” per dare modo anche a chi parte da zero di partecipare successivamente, poco meno di un mese dopo, al seminario di Andrea Ropes (domenica 20/11) su sospensioni e transizioni.

Naturalmente tra il seminario del cKC e quello di Andrea Ropes un Bondage Party (mercoledì 16/11) servirà anche a ripassare i “fondamentali” prima di affrontare un pomeriggio di sospensioni con un maestro della scena italiana.

Dopo il workshop di Andrea un po’ di pausa (ma vi aspettiamo all’ULM di metà dicembre) e si riprenderà dopo le festività natalizie con un’altra “edizione speciale” del Bondage Party (martedì 17/01) durante la quale Kirigami e Tenshiko (nomi più che noti della scena nazionale e internazionale, da sempre impegnati nella ricerca e nella sperimantazione) ci mostreranno una loro breve performance e ci parleranno della loro visione del semenawa, l’arte della bellezza attraverso la sofferenza, tra le corde, naturalmente.

Concetti (non tutti ma sicuramente alcuni) che verranno ripresi a fine gennaio (domenica 29/01) da MaestroBD, di nuovo con noi in ruolo d’insegnante, per un seminario incentrato sulle sospensioni verticali e le tecniche di hashira shibari.

Niente di che, in effetti. Solo il meglio che attualmente la scena di Milano possa offrire a chi vuole avvicinarsi al mondo del bondage passando in quattro mesi “da zero al cielo”.

Stay tuned e controllate frequentemente la sezione “eventi” della Community di Gabbia, ci saranno altre novità a breve

This entry was posted in BONDAGE and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Bondage a Milano – cKC, Nautilus Club e Gabbia

  1. Elena says:

    Buongiorno,
    Sono nuova e mi piacerebbe molto conoscere di più questo mondo e partecipare ai workshop, vorrei saperne di più su dove trovare i locali, se è necessario fare un’iscrizione, pagare una quota…. insomma saperne di più su come funziona e come potere iniziare.
    Grazie mille
    E.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

sette − tre =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>