Milano da legare – The Kitan Chronicles

Qualche giorno fa mi è capitato di leggere un post su FB nel quale una ragazza si lamentava del fatto che su Milano non esiste una realtà di bondage che vada oltre qualche episodico performer superstar e qualche evento a caso organizzato sporadicamente.
La cosa mi ha colpita non poco: e noi del CKC (Club Kitan Club) che ci stiamo a fare?
Organizziamo su base mensile incontri/seminari/serate (negli ultimi due mesi si contano sei seminari e tre serate a tema) e siamo presenti anche qui in Gabbia come gruppo anche se non proprio attivissimi.
Il fatto è che, riflettendomi addosso in una serata senza corde e senza frustini (sono bravina con i frustini sapete?) ho scoperto una cosa chiamata pubblicità. Noi facciamo, facciamo e facciamo ma mentre facciamo sul serio gli altri, le superstar delle corde, si fanno un casino di pubblicità ovunque, piazzano la loro faccia ovunque, presidiano internet da mattina a sera.
Com’è che un seminario dove la sicurezza non ha solo una parvenza di nome non si fa pubblicità scrivendo ovunque “per noi la sicurezza è il fondamento del bondage”?
Com’è che un gruppo dove nessuno è “guru so tutto” non si fa pubblicità scrivendo ovunque “per noi tutti sono uguali di fronte alle corde e tutti possono imparare a fare cose splendide anche se non sono unti dal Signore”?
Com’è che un aperitivo bondaggioso come quello che si svolge al Nautilus prima della festa dell’Utlimo Lunedì del Mese, senza dress code imposto e pieno di belle persone non viene pubblicizzato in modo altisonante come “il peer rope del Nautilus”?
Domande oziose in attesa di un we di fuoco, mentre mi esercito con il frustino e miro e prendo per l’ennesima volta il dodicesimo fiorellino a partire da destra della federa del cuscino; adoro le federe a fiorellini, voi no?
Insomma se è vero che la pubblicità è l’anima del commercio noi del CKC siamo pessimi commercianti.

Vediamo i fatti:

1) Siamo gli organizzatori dell’aperitivo che precede una delle più antiche e solide feste di Milano, L’Ultimo Lunedì del Mese, messo in pista e organizzato da Fulvio
2) Ci chiamano nelle feste fuori lombardia per presentare lo shibari/kinbaku, e noi ci andiamo pure.
3) Tra di noi ci sono legatori (bondager/rigger/bakushi) tra i più conosciuti in Italia come, ad esempio, Master Calcabrina, Blue Deep e Ylenia Laville.
4) Nessuno dei summenzionati ha mai segnato incidenti a suo carico, eppure legano e sospendono da anni e anni e anni su base settimanale e non solo.
5) Chi tiene il seminario si avvale della competenza e della preparazione di paramedici per insegnare almeno i rudimenti di primo soccorso nei casi di mancamenti per eccessiva emozione o di eccessiva pressione sui nervi.
6) Tutti i partecipanti ai seminari si sono sentiti accolti e sono andati via sapendo di poter tornare ad esercitarsi durante l’aperitivo (peer rope del Nautilus) e anche in altre sedi, dungeon privati, studi fotografici (… per i più esibizionisti) messi a disposizione gratuitamente dal CKC e dai suoi sostenitori.

In poche parole una realtà cresciuta pian piano che ora vuole decollare in modo più deciso ma senza animarsi di supponenza e di mediocre faciloneria, senza adottare formule consolidate e modaiole ma badando al sodo.
Ok, mentre pensavo a questo ho messo da parte il frustino e ho iniziato a sistemare le mie cordine rosse. Altra riflessione: noi non vendiamo corde a metro.
Male non vendere corde a metro. Non fa abbastanza “rigger” non vendere corde a metro. Non siamo abbastanza rigger/bondager per l’attuale scena italiana. Siamo e restiamo praticanti BDSM.
Una gran fatica non volersi snaturare e non mandare fuori pubblicità ingannevole.
Allora che fare?
Abbiamo chiesto (a dire il vero io ho chiesto) a Fulvio uno spazio, un profilo, per presentarmi e presentare quello che faccio, giorno per giorno, nel mondo del SM milanese; portarvi a spasso con me (tipo Lucignolo ma non così stronzo come Lucignolo), farvi conoscere, tipo cronista, la mia vita da switch nella metropoli tentacolare.
Prima tappa di Clara Blanche e del Kitan: venerdì 17/10 Nautilus Club per la presentazione dello shibari/kinbaku (bondage giappo) ad una serata tuttifrutti.
Chi viene con noi?

CB

Una delle tante sospensioni in una serata di gioco al Nautilus

 

 

This entry was posted in BONDAGE. Bookmark the permalink.

12 Responses to Milano da legare – The Kitan Chronicles

  1. Frank says:

    Interessante .. ma mettere un recapito dove trovarvi ???

    • Clara Blanche says:

      La nostra “sede naturale” è il Nautilus di Milano, via Mondovì 7.

      Ci siamo sempre al peer rope – aperitivo dell’Ultimo Lunedì del Mese dalle 20 alle 22.30 circa.

      Ci saremo stasera alla serata Tutti-frutti.

      Segui gli eventi aperti nella community e ci trovi senza problemi.

      A presto, spero.

      CB

      • antonio says:

        Sapete quante volte io e mia moglie siamo venuti da voi,quando arrivavo in via Padova il mio cuore incominciava ad accellerare sapendo che presto mia moglie si serebbe saziata da tanti cazzi,allora era il primo lunedì del mese che facevono S/M adesso non so,purtroppo abitiamo in Croazia e non abbiamo più occazione di venire,cmq bravi,bravi,

      • gyne says:

        Ciao , la mia fidanzata 37enne vorrebbe provare….Ci dareste maggiori informazioni anche su luoghi….privati…..dove poterci incontrare? grazie

      • Rebuen says:

        Buonasera CB,
        io abito a Milano e per vari motivi, che non sto a spiegare in questo momento, non posso attualmente essere presente a questi incontri. Però mi tengo sempre informato su tutto il mondo BDSM. E ho scoperto proprio da poco il vostro club.
        Ho cercato su internet e non ho visto niente che vi riguarda. Questo mi ha un pochino scioccato!! Io sono un web designer e se volete vi creo il sito a titolo totalmente gratuito, proprio per farvi conoscere.
        Se vi fa piacere contattatemi.

  2. Master Dark says:

    Quasi impossibile fare la stessa cosa in zona emilia romagna ed è un gran peccato questo.

  3. Piggy says:

    Ultimo lunedì del mese, molto interessante…

  4. viola says:

    Avete un sito internet o un blog/luogo vostra le dove posso raccogliere info? Perché io vorrei partecipare e conoscere persone, che già è difficile nel mondo reale figuriamoci trovarne che praticano bdsm! Grazie mille

  5. luca says:

    Buongiorno, ce ne fossero come voi, in italia pero é difficilissimo conoscere o incontrare donne che amino il bdsm senza un secodo fine ,é rarissimo che lo faccino per puro piacere ci sta quasi sempre una richiesta di denaro dietro ad una disponibilita a fara del bdsm da parte di una donna. Inoltre debbo dire che x mia esperienza x ogni 50 uomini interessati effettivamente a questo mondo ed anche giovani e carini, di donne ce ne sono 2 se ce ne qualcuna in piu é grassa e vecchia.

  6. Mastro Cordaio says:

    Prima o poi arriveremo anche mia moglie ed io, ci divertiremo sicuramente moltissimo! :)

  7. Rhelian says:

    Ciao Clara, mi sono appena iscritta al sito, mi è piaciuto il tuo articolo e sono molto interessata all’arte del bondage. Mi puoi dare indicazioni di quando fate corsi e seminari.
    Grazie
    Rhelian

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

quattro + otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>