Quando il facesitting è solo una sedia

Voi sapete che il facesitting è una mia grande passione e allora ritorno su questo argomento con altre osservazioni oltre quelle che già avevo fatto. Per me il facesitting è una delle massime espressioni del Femdom e diciamo che in questo modo e in questa posizione la donna ha la possibilità di esercitare tutto il suo potere sull’uomo; non vedo altra pratica cosi intensa come il facesitting dove l’uomo sente su di sé tutto il peso della donna ma non come nel trampling ma attraverso un contatto tra il sesso della padrona e il suo viso sul quale si scarica tutto il peso della padrona. Inoltre lui non può parlare in alcun modo perchè ha la bocca tappata e se poi la padrona indossa anche qualche indumento è ancora meglio perchè così lo schiavo sente che ci sarà sempre qualcosa che gli impedirà di arrivare al sesso della sua padrona.
Se poi la padrona non lo degna neppure di una minima attenzione è ancora meglio e allora diciamo che l’uomo è proprio un oggetto e precisamente una sedia o uno sgabello sulla quale la padrona si siede e di dedica a fare ciò che le interessa.
Suonare il piano, truccarsi, fare colazione, leggere un libro, una rivista, usare il pc, bersi il suo aperitivo e altro che lei abbia voglia di fare senza preoccuparsi della sua sedia.
Chi mai si preoccupa della sedia su cui sta? E’ un semplice oggetto che in quel momento serve e quando la padrona ha finito di fare ciò che stava facendo si alza e se ne va lasciando la sedia vuota; in questo caso lasciando lo schiavo abbandonato a se stesso che è una sensazione tremenda che nessuno di noi vorrebbe mai sentire su di sé.

This entry was posted in FEMDOM. Bookmark the permalink.

26 Responses to Quando il facesitting è solo una sedia

  1. Jerry says:

    Jerry
    Qui si sogna a occhi aperti e bellissime queste foto. Io mi vedo sotto queste divine pdroncine e quelle che preferisco son la prima che suona il pianoforte e quella con il top scollato marron che beve da un bicchiere. Quanto vorrei essere la sedia di una di queste

  2. andrea says:

    Ciao sono molto colpito da questa pratica che, come schiavo, ho provato in alcune occasioni. ma come si fa a respirare o trovare lo spiraglio necessario per non crollare privo di ossigeno dopo pochi minuti? Grazie per i consigli. Andrea

  3. Rev3 says:

    Beh pure io adoro questa pratica, il max è quando lei ha fatto da poco i bisogni senza pulirsi bene così l’odore è veramente forte oppure riserva ancora un pò di pipì per lasciarla andare durante la posizione….

  4. Teo says:

    Mi piacerebbe molto che mia moglie si sedesse sul mio viso. Purtroppo lei non è d’accordo e a me non resta che sognare guardando queste splendide foto.

  5. Danilo says:

    Concordo con il tuo punto di vista.
    Il contatto ad \uso\ è la sensazione di completa sottomissione.
    éurtroppo non sempresi trovano Padrone che amino questa pratica
    Complimentiperle foto
    Danilo

  6. Marco says:

    Ho scoperto il piacere del facesitting quando sono andato a letto con due amiche.
    Io sotto pancia in su, una si è seduta sul cazzo e se lo è infilato, l’altra si è seduta in faccia.
    Poi hanno giocato tra di loro ed è stata una cosa stupenda.
    La consiglio a tutti.

  7. rosbsx says:

    Non capisco. Scrivi che hai già provato tale pratica e chiedi consiglio su come si fa a respirare. Mi sfugge qualcosa….

  8. Lucille says:

    Permettetemi una domanda. Ma nel FS lo schiavo deve usare la lingua a mia richiesta oppure la pratica prevede che la bocca resti totalmente chiusa oppure aperta e incollata dove la padrona desidera?

  9. Hellblazer says:

    cara Lucille, non penso che esista una pratica e un galateo precisa
    personalmente quando mi è capitato di provarlo, la mia compagna di giochi ha ordinato che le leccassi per molto tempo entrambi i buchetti, spostandosi per agevolare a suo piacimento il mio lavoro
    e insieme lasciandomi uno spiraglio per poter respirare con il naso, in modo che potessi continuare a leccare fino a farle raggiungere l’orgasmo e quindi a costringermi a leccare, bere e deglutire il suo sapore….

  10. Ottavio says:

    Vorrei essere al posto di uno qualunque degli schiavi di queste foto. Confermo che la sensazione di \peso\ sulla propria faccia e contemporaneamente di essere \muto\ dà il senso della totale sottomissione. Come vorrei trovare una padrona ce mi utilizzi così a Torino …

  11. domenico says:

    Si tratta di due situazioni completamente diverse che a mio avviso non vanno messe insieme. Il facesitting è una pratica decisamente punitiva. Soprattutto quando la padrona ne usa l’arma più potente che è quella del tempo (e parlo per esperienza diretta). Stare a lungo li sotto, con la padrona che ti opprime, ti smorza il respiro, ti sfinisce, è una situazione molto dolorosa. Il tempo sembra non passare mai, e vivi le sensazioni di oppressione istante dopo istante fino a scoppiare in lacrime. Ma sai che questa tortura finirà solo quando lo vorrà lei e questa è la sensazione peggiore (la mia ex padrona godeva parecchio nel sentirmi piangere sotto di lei e per questo andava avanti per un bel po’). Con questa pratica lo schiavo avverte tutta l’impotenza del suo ruolo, di chi è costretto a subire, lasciandosi completamente andare nelle mani della sua padrona.
    Altra cosa è invece leccare le intimità della padrona. Lo scenario è completamente diverso. Per lo schiavo non è più punizione. Sarà tutt’al più faticoso, soprattutto quando lo devi fare a lungo ed inginocchiato ai piedi della padrona (come è capitato a me) ma questa “fatica” tra l’altro è ben ricompensata perché ti da un appagamento immediato che è quello di poter sentire la musica soave del piacere della padrona che stai servendo.
    E dunque, a mio avviso, meglio viverle separatamente le due cose…

  12. slave75 says:

    Ho sempre desidereto di avere l’onore di essere usato come \sgabello\ da una Padrona…………ma non ne ho mai trovato una!!!! se qualche Padrona leggerà questa mia lettera e Le piacerebbe avermi come Schiavo………La supplico di scrivermi………..sarò lieto di essere il Suo sgabello.

  13. Diletta says:

    La mia versione personale, e femminile, di questa pratica è una punizione che mi viene imposta da mio marito quando sono stata fastidiosa, ma “non troppo”. Lui si accomoda sul divano a leggere o a guardare la tv. Allarga le gambe, sbottona i pantaloni e tira fuori il pene. Io devo inginocchiarmi fra le sue gambe e prendere in bocca tutto il pene e anche quanto più riesco delle palle. Non devo toccare, leccare o succhiare, solo tenerlo in bocca. In questo modo la mia bocca è completamente piena, non posso parlare e devo respirare con il naso. devo rimanere in questa posizione per circa due ore, sempre inginocchiata, sempre con gli occhi bassi. Lo trovo molto umiliante…e molto eccitante.

    • rosmaster says:

      Facevo la stessa cosa anch’io con una mia slave, per punirla. Restava inginocchiata per tutta la durata del film inclusa la pubblicità. Quando dovevo punirla per una reinterata mancanza, oltre a prolungare la sezione soprascritta stringevo le mie cosce attorno alla sua guance, le tenevo la testa per non farla ritrarre e urinavo nella sua bocca… il resto potete immaginarlo

  14. kimochi says:

    La Femmina che mi ha iniziato sosteneva che c’è un momento per la punizione, e questo è il facesitting, ed un momento per essere servita dalla bocca dello schiavo, e questo invece è il premio per esso. Mai nessuna ho più incontrato che non cedesse alla tenzazione di mescolare le due cose. Peccato!

  15. kimochi says:

    Una vera Domina non mescola premi e munizioni per il suo giocattolo. Il facesitting è una umiliante punizione, deve togliere il fiato e farti sentire impotente, inanimato, proprio come una sedia. Quando la Padrona chiede che le venga servito il piacere a mezzo della bocca dello slave, allora è un premio per esso, che ne dovrebbe essere riconoscente. Solo una volta ho trovato la vera Domina che non cedesse alla tentazione di mescolare le due pratiche. A mio parere il giusto compromesso per entrambe le parti è il bavaglio con strapon, a patto che di tanto in tanto la padrona impedisca la respirazione tappando il naso.
    K

    • ambene says:

      Quando ho capito che la cosa che sognavo fino da quando ero bambino si chiamava Facesitting, ( e ringrazio questo blog per avermi informato già 5 anni fa ),
      mi sono buttato su internet e…ho capito che non ero da solo ! Ho trovato la persona giusta che mi ha accontentato ( ahime solo con compenso ) e ora sono felice. finalmente ho un punto fisso di riferimento.
      La differenza forse che mi è parso di capire è che non si tratta di Smohering ma solo di face-sitting e chest-sitting ,quella pratica che molti confondono.
      Il facesitting è qualcosa legato al sentire la pressione ,il calore,l’umidita intima del della padrona ,che ti permette di leccare e infilare la lingua dappertutto ( se ci riesci)
      Il soffocamento ( smothering) non fa per me ,anzi ,non mi fa godere dei momenti di silenzio con lei seduta dapprima sul torace a gambe chiuse,poi a cavalcioni sulla mia gola con le coscie che contornano lateralmente il mio viso ; poi ci si siede sopra per pochi secondi per vota e poi si gira al rovescio ( reverse-sitting) permettendomi o obbligandomi (meglio ) a infilare la lingua la dietro invitandomi con allargamenti delle sue natiche sulla mia faccia. Una delizia che può durare un paio d’ore …se abbiamo tempo.
      Non vi nascondo che vorrei provare le stesse cose con altre ma non è cosi facile.
      Anche con mia moglie ( che per me era il massimo) ho provato ma lei non é mai stata daccordo e allora…

  16. ambene says:

    Quando ho capito che la cosa che sognavo fino da quando ero bambino si chiamava Facesitting, ( e ringrazio questo blog per avermi informato già 5 anni fa ),
    mi sono buttato su internet e…ho capito che non ero da solo ! Ho trovato la persona giusta che mi ha accontentato ( ahime solo con compenso ) e ora sono felice. finalmente ho un punto fisso di riferimento.
    La differenza forse che mi è parso di capire è che non si tratta di Smohering ma solo di face-sitting e chest-sitting ,quella pratica che molti confondono.
    Il facesitting è qualcosa legato al sentire la pressione ,il calore,l’umidita intima del della padrona ,che ti permette di leccare e infilare la lingua dappertutto ( se ci riesci)
    Il soffocamento ( smothering) non fa per me ,anzi ,non mi fa godere dei momenti di silenzio con lei seduta dapprima sul torace a gambe chiuse,poi a cavalcioni sulla mia gola con le coscie che contornano lateralmente il mio viso ; poi ci si siede sopra per pochi secondi per vota e poi si gira al rovescio ( reverse-sitting) permettendomi o obbligandomi (meglio ) a infilare la lingua la dietro invitandomi con allargamenti delle sue natiche sulla mia faccia. Una delizia che può durare un paio d’ore …se abbiamo tempo.
    Non vi nascondo che vorrei provare le stesse cose con altre ma non è cosi facile.
    Anche con mia moglie ( che per me era il massimo) ho provato ma lei non é mai stata daccordo e allora…

  17. michele says:

    Sono riuscito a convincere mia moglie dopo un po’ di tempo non è stato facile ma ora mi godo la situazione.
    puntualmente si siede sulla mia faccia con tutto il suo peso.

  18. porcoromantico says:

    Il facesitting, deve essere una punizione e non un premio. Una vulva lavata di recente (solo con acqua), trasmette sensazioni piacevoli ed eccitanti. Altra cosa invece è lo sgomento di non poter sottrarsi ad un sedere in faccia \sudaticcio e scureggioso\ con la fica che puzza veramente di fregna. Il mio sogno è di essere sottomesso da una BBW affetta da meteorismo e reduce da un allenamento sportivo così da essere veramente puzzolente. Altro che profumo di donna!….

  19. valerio says:

    Passerei giorni interi cosi usato umiliato da una splendida divinità da adorare e assecondare ad ogni capriccio,fantastica l indifferenza durante la quale si viene usati in questo modo la stessa che la padrona di turno USA al termine dell utilizzo.fantastico.la donna e nata per comandare,

  20. lik says:

    ..Putroppo,nella maggior parte dei casi ho potuto provare quest’esperienza solo con qualche escort,pero’,con una mi sono spinto oltre:stando sotto,con lei di faccia seduta sul mio viso,con la mia lingua nella sua figa,ad un certo punto mi ha fatto una sorpresa:senza spostarsi dalla mia faccia ha iniziato a pisciare!,direttamente nella mia bocca!(senza che glielo avessi chiesto,aveva pero’intuito che mi sarebbe piaciuto).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

17 + otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>