ULTIMO LUNEDI’, festa BDSM – prima parte

Anche se ho selezionato al massimo le foto disponibili, esse sono sempre tante. Al punto da richiedere “parte 1” e “parte 2” perchè il Blog non consente più di un tot di foto per singolo intervento.
E qui le foto sono tante anche se la macchina fotografica va solo dove sa che può andare senza violare privacy ed anche atmosfere di

gioco che spesso hanno bisogno di tranquillità, di nessuno che disturbi in alcun modo e per nessuna ragione.
Si dice che le immagini tolgono spazio alla fantasia. Vero, ma qui si vuol raccontare il reale di una festa BDSM ben concreta che poggia ormai su quasi 12 anni di storia ed ancora affascina chi ben la conosce e anche chi non la conosce, ma spera, prima o poi, di andarci. Ed allora meglio sapere anziché immaginare.
Mese dopo mese sono tantissime le persone che chiedono info, pongono domande, espongono dubbi. Non semplice trasferire nozioni / informazioni a queste persone che cercano di capire se la festa è una realtà che possa andare loro bene.
Si tenta, si fa. Anche immagini come queste aiutano a fare chiarezza. E forse anche a far volare la fantasia.

This entry was posted in FESTE and tagged . Bookmark the permalink.

5 Responses to ULTIMO LUNEDI’, festa BDSM – prima parte

  1. Snake e flogger, giusto l’antipasto… Nel senso che abbiamo comunque fatto altre cosine, la mia piccola slave ed io, oltre a quel che è stato fissato nelle seconde due immagini qui sopra. Però… dov’eravamo poi?! :-O Un mucchio delle cose immortalate nelle altre foto, ce le siamo perse… Come si è già avuto modo di dire altrove, anche che non si giochi, e magari si faccia una piccola pausa per riprendere fiato o per bere un sorso d’acqua, qualcosa si vede, ma sono così tante le cose che succedono, che non si può certo vedere tutto. Figuriamoci se sta anche giocando!! Guardando attentamente le foto, chi c’è e c’era può riconoscere chi ha fatto cosa e dove. Però vuol dire che qualcosa, ce lo siamo perso!!! Peccato, ma meglio così, vuol dire che c’era da fare per tutti!! Grazie a tutti i presenti, ed a chi organizza e rende possibile tutto questo!!
    Un saluto

  2. MasterSidi says:

    Voglio daRE un suggerimento a chi organizza, mi viene spontaneo vedendo le fotografie di queste feste: perchè non dividere e fare una festa per Padroni e schiave e una per Mistress e schiavi. Se un giorno deciderò di veninre ad una di queste feste non mi interesserà relazionarmi con padrone e schiavi o quant’altro ma solo con delle schiave donne.

  3. Fulvio says:

    Sì, però quando verrai ad una festa non è detto che le schiave si “relazioneranno” con te. Questo sarà tutto da vedere. Il successo o meno dipende dagli atteggiamenti che il presunto Master assume. Nel 90 % dei casi sono atteggiamenti sbagliati che portano esattamente all’effetto opposto.
    Ragioni commerciali vorrebbero che le feste fossero tutte a tema. Una bella festa “schiave all’asta” oppure un’altra “Super Femdom Show” avrebbero ampie possibilità di un battage pubblicitario molto incisivo e tale da catturare l’interesse di molte persone. No, non è il mio intendimento.
    Le feste “ULTIMO LUNEDI” e “Sadistique” hanno altri fini che sono di gioco ma soprattutto di aggregazione di una consistente ed informale comunità che guarda ai ruoli ma non solo a quelli. E soprattutto che dimostra – e deve dimostrarlo – che sa convivere. Senza questa capacità ed interesse a convivere meglio non venire ad alcuna delle sopracitate feste anche perchè tutti annusano se uno ha la puzza sotto il naso et in primis le schiave.

  4. Primo: l’erba voglio non cresce neppure nel giardino del Re:-P
    Secondo: prima di postare, prova a dare un’occhiata a quel che scrivi, in quattro righe di testo, come tu hai scritto, non ci vuole molto a correggere gli eventuali, pressoché inevitabili, errori di battitura.
    Terzo: gli assenti hanno sempre torto.
    Mi spiego meglio, se possibile, e molto brevemente. Oltre a quotare in toto quel che ti ha scritto Fulvio, aggiungo, una volta di più, che il carattere di ogni festa è dato da chi vi partecipa, e dal come. Per cui, le stesse persone, in momenti diversi, possono dare luogo ad una festa del tutto diversa. In più, mi piacerebbe sapere quante volte hai già giocato in vita tua, dato che il tono dei tuoi scritti, a mio modesto parere, denota come tu non abbia la minima idea di cosa tu stia dicendo. Complice anche il fatto che non hai mai partecipato ad una festa, come da te implicitamente dichiarato, e quindi non sai, né potresti di certo sapere, il tipo di atmosfera che vi si respira, ogni volta diversa, ogni volta intrigante anche se in un modo diverso. Però bisogna esserci. Master o slave, Dom o sub, con il massimo rispetto per chi sia Mistress, footfetish, slave, cordarolo, frustarolo o semplicemente astante, purché rispettoso di tutti e di ognuno; e con il cervello ben funzionante e collegato.

  5. Roby says:

    guardando queste foto……mi è venuta nostalgia!!!
    di tante cose, troppe….la vita a volte ci allontana da noi stessi….ho voglia di ritornare!!

    Bacio a F in particolare…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


× 6 = cinquanta quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>