Lo schiavo domestico di casa – altre foto

Aggiungo qui altre foto sempre con il tema dello schiavo che sbriga faccende in casa della Padrona come fosse un domestico, anzi un domestico di qualche secolo fa quando il personale di servizio poteva essere trattato molto male dai padroni di casa.

Vi confesso che nel preparare questo articoletto che spero piaccia a un po di voi, mi è venuta una certa voglia di riprovare un rapporto di servitù sperando di trovare un altro tipo di Padrona rispetto quella che avevo trovato. Una donna che senta per davvero l’utilità del mio lavoro a tenere perfetta la sua casa e che anche si diverta a punirmi facendomi andare a casa stanco e anche segnato dal suo frustino.

This entry was posted in FEMDOM. Bookmark the permalink.

24 Responses to Lo schiavo domestico di casa – altre foto

  1. Educatore Severo says:

    Esiste la figura ufficiale e ben consolidata di “elfo domestico”, cioè sguattero addetto ai lavori di casa. In alcuni casi l’ambito di servizio si amplia, includendo le mansioni di tassista, portatore di pacchi durante lo shopping della Signora, esecutore di commissioni fuori dalle mura domestiche (spesa al supermarket, pagamento bollette, etc.).
    Personalmente – ma è un’idea mia – trovo che le possibilità descritte acquistino più interesse se le funzioni di servo vengono svolte alla presenza di testimoni.

  2. Giovanni says:

    La seconda foto dove lo schiavo è col dildo inserito è il massimo, come nell’ultima dove raccoglie le cicche di sigaretta…infatti se la Signora è fumatrice e spegne di proposito le cicche sul pavimento facendole poi raccogliere allo schiavo il tutto è molto appagante per la Signora

  3. Giovanni says:

    Oppure, la Mistress potrebbe anche essere una non fumatrice, al limite può accendere la sigaretta per spegnerla subito e far pulire allo schiavo. In queste belle foto noto che la terga del sub è più o meno arrossata, segno che le punizioni non sono mancate. Ritengo che il gioco sarebbe più intrigante se la Padrona, dopo l’adeguata preparazione (vestizione ecc.) dello schiavo le somministrasse, in via del tutto preventiva, una buona razione di sculacciate nel didietro con generoso contorno di frustino, a prescindere dalle punizioni che verranno per gli errori, veri o presunti che siano.

  4. luciano says:

    E’ da un po’ di anni che la mia Padrona mi fa fare alcune pulizie domestiche e piccoli lavori di giardinaggio sempre e solo sotto il Suo controllo. Anni fa mi portava anche a casa della sorella e mi faceva fare principalmente i pavimenti e le finestre. Ora, su mia richiesta, ha cominciato a sottomettermi analmente e la prox settimana dovrò pulire i pavimenti con un dildo di medie dimensioni ben inserito. Mi impegnerò moltissimo sperando di soddisfarla e divertirla…….contrariamente alle Padrone delle foto non usa quasi mai la frusta o il cane ma si limita a rimproverarmi a voce………

  5. Giovanni says:

    Ciao Luciano, sei un uomo fortunato, se vuoi, raccontaci
    :-)

    • luciano says:

      ma diciamo che avere una Padrona vera non è proprio una passeggiata. Non è come andare da una prodomme, elencare le proprie fantasie e attuarle immediatamente. Per riuscire ad essere accettato come schiavo domestico mi ci è voluto molto tempo. Scene come quelle delle foto non dico che sono rare, ma a volte prevale il lavoro da fare come ad esempio in giardino ..e il rapporto Padrona – schiavo viene accantonato temporaneamente. Poi bisogna accontentarsi e sperare, come premio, per il lavoro svolto di poter adorare i piedi della Signora per qualche minuto. Solo una volta l’anno ho avuto il grande privilegio di essere usato come water personale (solo pissing). Recentemente, con mia grande sorpresa, ad una mia richiesta di essere sottomesso analmente la Padrona ha risposto con un discreto entusiasmo….mi ha ordinato di procurarmi un dildo di misura large (23 cm con diametro 5 cm) e mi ha sodomizzato abbastanza energicamente …..lamentandosi che dovevo impegnarmi a ricevere qualcosa di più grosso se volevo che Lei i divertisse…..ovviamente ho acquistato un fallo di dimensioni extra large (25 cm per 5,5 cm di diametro) e un plug di discrete dimensioni (che appunto indosserò questa settimana mentre farò le pulizie sotto la Sua direzione). Mi ha sorpreso anche il fatto che al telefono mi chiede conto dei miei “allenamenti ” ed esercizi per dilatarmi l’ano per essere preparato a essere sodomizzato con il fallo extra large nuovo…..entro fine anno devo assolutamente essere pronto per ricevere falli di dimensioni maxi (dai 6,5 cm. di diametro in su)

      • Marco says:

        Beato te Luciano
        avercela io una Padrona come la tia
        ho avuto qualche esperienza ma ben lontane dalla tua
        Non sono vecchio (solo 52) ritengo pero’ che, per questa tipogia di esperienze siano migliori le giovani mistress (intorno ai 25 anni) in quanto piu’ “cattive” (parere opinabile)

        • luciano says:

          Io sono leggermente più giovane di te (48). E secondo me invece la Padrona è meglio averla più grande. Le 25enni, per quanto cattive e senza dubbio più belle, non possono avere l’esperienza di una donna matura. La donna di una certa età, è vero che può essere più comprensiva, ma quando ti sottomette è senza dubbio più completa ed è un vera Domina…….magari usa molto meno la frusta ma sa farti filare solo con uno sguardo o cambiando il tono di voce…….

          • Giovanni says:

            Allora io sono il più giovane del gruppo (ne ho 38), ho avuto ormai 2 anni fa un’esperienza con una donna di 53 anni nel pulirle la casa, il rapporto è andato avanti per quasi otto mesi,fisicamente piacente, però vi dico che nonostante fossa una donna matura oltre l’abbondante turpiloquio non lesinava le sculacciate (non erotiche) e la cinghia. Però devo dire che ho conservato un ricordo piacevole. Cmq l’età è relativa, c’è padrona e padrona, e ognuna domina a modo suo.

  6. Marco says:

    Ciao Luciano
    Ci rendi partecipi della tua sessione se ti
    va?
    Grazie da ora

    • luciano says:

      Certo:
      Messaggio della Padrona: alle 15 da me. Pulizia pavimenti. Porta il plug nero….
      ovviamente rispondo …Si Padrona e alle ore 15 arrivo a casa Sua. Mi fa spostare alcuni vasi e cose pesanti in giardino e poi mi ordina di cambiarmi (scarpe da casa nere e tuta blu’). Mi cambio in casa contrariamente al solito, e poi Le domando se dovevo “mettere” il plug. Lei mi risponde si mettilo. Mentre lo infilo Lei mi guarda e sorride e mi dice vediamo un po’ quanto riesci a tenerlo mentre pulisci i pavimenti ……poi comincia a darmi ordini per la pulizia del corridoio, poi sala e cucina. Ogni tanto mi chiede: è sempre lì……? Ed io si Padrona ma da qualche minuto è più difficile non farlo scappare ………… Cerca di fare passi più piccoli e movimenti più lenti e se scappa sii pronto a rimetterlo al suo posto…chiaro!! ? Dopo la pulizia dei pavimenti me lo ha fatto levare e mi ha fatto pulire due persiane. Tutto è avvenuto sotto il Suo controllo. Devo dire che la Padrona è stata un poco più autoritaria del solito e mi ha sgridato due volte sole ma quasi urlando, mi sembrava abbastanza divertita dalla situazione ed alla fine si è seduta sul divano e mi ha concesso di adorarle i piedi per alcuni minuti. Giunto a casa mi sono allenato con il plug e mi sono masturbato ………………

  7. Marco says:

    Ciao Luciano, scusa il ritardo, leggo solo ora; grazie per averci raccontato la tua sessione, dico solo beato te, ad avercela io una Signora così. Mi hai convinto che la Donna matura sia meglio in tutti i sensi, in quanto se è vero che la mistress giovane si esprima attraverso la cattiveria, l’essere stronza, la frusta ecc.., la Padrona matura indubbiamente è una vera domina, e lo conferma il fatto che nel tuo caso, seppur su tua richiesta abbia voluto dominarti analmente. Nulla di strano in quanto l’essere sodomizzato/a regolarmente rappresenta il momento della verità in rapporto tra Dom e sub, ed è indispensabile per entrambi: per il/la Dom per attestare il rapporto di dominazione sul/sulla sub, per il/la Sub in quanto le fa prendere pienamente coscienza del/della suo/sua posizione di schiava/o.
    Hai preceduto la tua Signora perchè sarebbe stata lei a dirtelo, prima o poi, per consolidare il vostro rapporto. Mi lascia indeciso una cosa: se, da come scrivi, la tua Signora pretende, entro la fine anno, inserimento di dildi maxi, penso sia difficile allenarsi da soli (6,5 cm. non è roba da poco!!!)…potrei sbagliarmi…però io andrei da una prodomme per facilitare da parte mia di ottemperare l’ordine. Il mio dilemma è: dirlo alla Padrona o meno?
    Cmq auguri Luciano

    • luciano says:

      Non credo che prima o poi la mia Padrona mi avrebbe proposto tale pratica. Ma credo, comunque, che abbia apprezzato la sensazione di dominarmi anche in quel modo, perché non è solita ad interessarsi alle mie pulsioni sessuali e molto di rado mi ha concesso di masturbarmi adorandole i piedi. Si anch’io ritengo che la sodomizzazione da parte del Dom sia molto utile per ribadire la condizione di inferiorità dello schiavo. L’ultima volta che mi ha convocato mi ha fatto fare dei lavori in giardino e al momento di congedarmi, mentre ero prostrato a baciarle i piedi, mi ha chiesto se avevo fatto esercizio con il dildo nuovo. Io ho risposto che attendevo di usarlo con Lei …mi ha detto che la prox settimana vuole vedere come mi alleno davanti a Lei ed è stata contenta che io ho aspettato di farlo in Sua presenza e sotto il Suo controllo.

  8. Marco says:

    Bella dissertazione al tua Luciano, supportata dal fatto che la tua Signora voglia seguire di persona il tuo allenamento, tipico delle vere Domine rispetto alle Mistress giovani, ossia mettere al primo posto il godimento da entrambe le parti a scapito (giustamente) di pensare solo a se stessa. Fa benissimo a tenertela cara una Padrona così, oggi è merce rara.

  9. Andrea says:

    Salve a tutti. Io adesso ho 56 anni, all’eta’ di 24 sono stato lo schiavo-cameriere-sguattero di una signora di 73 anni quando la ho conosciuta, purtroppo e’ mancata a 78 anni. L’ho servita per 4 anni, prima della malattia, lei era molto esigente e severa, 3 Volte la settimana dovevo lavare i pavimenti, i 2 bagni al completo, i vetri delle finestre, le mancanze o gli errori, veri o presunti, erano puniti con sculacciate con le ciabatte, spazzola o battipanni. Mi voleva completamente nudo e con il membro sempre in erezione, davanti a lei, amava farsi leccare a lungo i piedi come massaggio, e gli piaceva vedermi pulire le sue scarpe con la lingua. In tutto il tempo con lei non si e’ mai fatta vedere nuda, solo raramente mi permetteva di masturbarmi davanti ai suoi piedi, facendomi poi leccare tutto dal pavimento.

    • luciano says:

      era un po’ di tempo che, per motivi vari e impegni personali d’entrambi, la mia Padrona Signora Patrizia, non mi convocava. Finalmente sabato prossimo sarò al suo servizio. Mi ha anticipato che avrò il compito di tirare a lucido il bagno. Sono molto contento perché è il servizio che preferisco perché tra tutti i lavori di pulizia che mi fa fare è quello più umile e la Padrona mi segue con molta attenzione e autorità e posso dimostrarle tutta la mia sottomissione.

  10. luciano says:

    Ieri, la mia Padrona Signora Patrizia, mi ha convocato alle 14.00. Mi ha fatto pulire i vetri e spostare alcuni mobili. E’ stata abbastanza severa e mi ha rimproverato abbastanza spesso. Mentre stavo pulendo sotto il mobile della cucina mi sono distratto e non ho prontamente eseguito un suo ordine, mi ha sferrato un calcio nel culo e mi ha rimproverato quasi urlando. Inutile dire che per il resto della giornata ho ubbidito prontamente agli ordini senza distrarmi. Alla fine mi ha concesso di adorarle 9er qualche minuto i piedime poi mi ha inculato con un fallo di misura large e con uno di misura extra large. Mi ha sbattuto abbastanza energicamente e non mi ha permesso di lamentarmi ……….mi ha anche detto che non sono abbastanza dilatato e devo allenarmi di piu. Però prima di allenarmi da solo a casa dovrò chiederle il permesso.

    • mistress says:

      Ha fatto bene!

      • luciano says:

        si certo. Per me è molto importante essere sodomizzato dalla Padrona, mi fa sentire sottomesso ed in suo potere. Solitamente quando mi fa fare le pulizie “indosso” un plug e quando sono in ginocchio a pulire la Padrona preme con la suola delle ciabatte sulla base che fuoriesce dal mio culo e mi esorta a compiere il mio lavoro con maggior impegno.

  11. mistress says:

    Ho un indole molto dominante e dittatoriale ……senza di voi la mia casa non risplenderebbe di luce propria …peccato che il mio schiavetto non sia più abile in certi lavori..son di nuovo in cerca di carne fresca o matura…qualcuno nel fvg interessato?

    • luciano says:

      certo che sarei interessato. Bisogna però vedere in quali zone risediamo. Ho già una Padrona da anni ma a volte non mi chiama, a causa di altri impegni, per settimane.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

undici − 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>